Comunicato Congiunto ASA di Sciacca e CSA Ribera del 29 Aprile 2010

L’ASA di Sciacca e il CSA di Ribera, in riferimento al comunicato della Coldiretti di Sciacca di ieri, in cui ha affermato che il prezzo dell’acqua per uso irriguo rimarrà bloccato fino al 31 Maggio ed in seguito saranno trovate nuove soluzioni, vogliono ricordare il comunicato stampa fatto da noi il 17 Aprile dove l’Assessore all’Agricoltura Titti Bufardeci ci ha promesso che il prezzo dell’acqua per uso irriguo rimmarra invariato per tutto l’anno, e che si stà lavorando per programmare eventualmente una riduzione del costo per le aziende monoreddito.

L’ASA ed i CSA vogliono intervenire pure riguardo le “tentate” giustificazioni di Giuseppe Pasciuta di ieri, riguardante il nostro comunicato del 24 Aprile, in cui si denunciava il fatto dell’uso di arance di Altamura per un programma di cultura alimentare nelle scuole saccensi e limitrofe.
Il fatto che le giustificazioni arrivino proprio da un dirigente soat dell’assessorato agricoltura e foreste ed anche presidente del consorzio “Riberella DOC”, mortificano ancora di più i produttori, in quanto dovrebbe essere in prima linea per la difesa e valorizzazione di questo prodotto nel territorio, soprattutto quando vi sono queste iniziative di educazione alimentare.
Un fatto assai grave considerando che, sono arrivate nelle scuole arance di scarsa qualità, prodotte in altre zone, invece che le nostre arance apprezzate in tutto il mondo per la loro qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *