Raitre: Presadiretta affronta il tema micotossine nelle paste

Riceviamo e Pubblichiamo

Comitatto Spontaneo per Agricoltura Siciilia
Movimento “TERRA è VITA”

Raitre: Presadiretta affronta il temaa micotossine nelle paste.
L’ attivita’ d’informazione svolta da al Movimento Terra è Vita insieme al Consorzio o Campo e l’ allarme lanciato sulle micotossine nei grani ha finallmente trovato una sponda mediatica sulle reti i rai nazionali. “Presadiretta” condotta da Riccardo Iacona, in ond da in prime time su Raitre, domenica 09/10/2011 1, si e’ occupata finalmente di agricoltura con i servizi di Lisa Iotti ee Raffaella Pusceddu. Gli spettatori del programmma (3.066.000, pari al 12,9% di share) hanno raggiunto livelli re ecord ed hanno potuto vedere quel che accade e dentro la produzione delle eccellenze che il mondo intero ci in nvidia. Le sofferenze del settore, le ansie degli a agricoltori e dei lavoratori, la prepotenza dell’ industria e la spreegiudicatezza delle multinazionali, ma, soprattu utto, la condizione di scarsa informazione in cui si trovano i con nsumatori. Nel programma si e’ parlato dei numeeri dell’ agricoltura: 750 mila imprese che hanno chiuso negli ult timi dieci anni; 685 mila ettari incolti, una volta coltivati a grano. Proprio sul grano c’e’ stato un’ approfondime ento particolare di tutta la filiera, curato egregiiamente da Lisa Iotti che ha raccolto delle prove importanti. E’ e emerso che siamo i primi al mondo per consumo o, produzione ed esportazioni di pasta, ma non siamo autosufficie enti sulla materia prima per cui siamo costretti a ad importare: meno del 35% del grano usato per la pasta è ita aliano, il resto viene da Canada, Australia ecc. A Alla faccia del made in Italy! Senza volerlo e’ riuscita a far confesssare ad un broker della borsa merci di Bologna l’ esistenza di un cartello sui prezzi di acquisto del grano: cinque e multinazionali controllano tutto il grano mond diale. Fanno il bello e cattivo tempo nel mercato, condizionano i i prezzi dei prodotti agricoli e accumulano grano o per venderlo nel momento più propizio, insomma speculano. Tutto questo avviene per tenere basso il pre ezzo del grano italiano. Non importa se si distruggono finanziariiamente tante aziende agricole e spariscono tan nti abitanti dei comuni rurali, molti dei quali proprio nel mezzo ogiorno. Non sempre, pero’, l’ importazione e’’ di qualita’. L’ inchiesta ha dimostrato che nei porti italiani ar rriva grano ammuffito che produce tossine vele enose per l’ alimentazione. Il Prof Ritieni, dell’ Universita’ di NNapoli Federico II, che aveva gia’ analizzato mmolte paste italiane in una precedente inchiesta svolta dalla riv vista ‘Il Salvagente’, intervistato da Lisa Iotti, ha c confermato che dal Canada – paese fortemente esportatore versso l’ Italia -, le Autorita’ di controllo locali han nno confermato una elevata percentuale di campioni positivi all le micotossine (che loro non danno nemmeno a ai maiali !) mentre i grani del mezzogiorno ne sono praticamen nte privi. Allora perche’ non produrre grano a chilometro zero? Perche’ alimentare i nostri bambini con passte i cui limiti tossicologici non sono ben chiari ? Intervistata alla fine, l’ avv Agnese Dell’ Aquila del Consorzio C Campo ha spiegato le ragioni della petizione in n corso per abbassare i limiti comunitari delle micotossine e spe ecificare in etichetta la quantita’ presente affin nche’ i consumatori possano essere consapevoli delle loro scelte e. Sull’etichetta dei prodotti alimentari per legg ge andrebbe scritto anche da dove vengono gli ingredienti, ma le lobby alimentari sono contrarie a questo ggenere di regolamentazioni. Secondo le grandi industrie il ‘mad de in Italy’ è solo la trasformazione industriale e e non ha importanza da dove vengano i prodotti, fosse per loro ba ‘made in Italy’. Occorre che i asterebbe confezionarli in Italia per considerarli consumatori facciano sentire la lo oro  voce  firmando in  massa  la petizione in  ooggetto, anche  attraverso  il  passaparola in rete.

per il Movimento Terra è Vita
Giuseppe D’Angelo

3349670906

Santo Bono

3384429532

Michele Carlino

3398359980

 

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-9486082f-f08f-4608-a527-a24986c19fb5.html

Questo articolo è stato pubblicato in News da ASA . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *